X
i
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per maggiori informazioni e per disabilitare, in tutto o in parte, i cookie clicca su ACCETTO. Navigando, chiudendo questo banner o continuando la navigazione si accetta l'uso dei cookie. Accedi alla nostra Cookie Policy
ACCETTA
The future of Milanla costruzione di un futuro
Milano è oggi in una condizione speciale per determinare strategicamente il proprio futuro. Spesso si parla di una città che è stata in grado di superare la crisi e che forse è il volano che sta trascinando il Paese intero fuori dalle difficoltà. Nei dibattiti che vedono la partecipazione delle figure più direttamente impegnate alla costruzione della nuova Milano, si discute spesso delle immense opportunità di cui questa città sta godendo in questo periodo storico.

Milano si è già guadagnata un ruolo guida grazie al Salone del Mobile, si è rafforzata con l’EXPO arrivata in un momento importante dell’evoluzione urbanistica della città ponendola sotto i riflettori del mondo, si è regalata un nuovo skyline, nuovi spazi di aggregazione, nuove aree pedonali, nuovi percorsi: nei luoghi storici consolidati, negli spazi emergenti come la Fondazione Prada e nelle “ricuciture” urbane con funzioni di altissimo profilo culturale, come la Fondazione Feltrinelli. Il rapido sviluppo urbanistico degli ultimi tempi ha avuto il merito della continuità nella diversità. Milano ha di fronte un lavoro in cui può permettersi di fare diverse scommesse: se ne perde qualcuna, nulla di grave, rimarrà comunque la città che è ormai tornata a confrontarsi con il meglio d’Europa.
Dettaglio parco interno, Parco Vittoria Milano