X PER GARANTIRTI UNA MIGLIORE ESPERIENZA DI NAVIGAZIONE QUESTO SITO UTILIZZA I COOKIES
Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti il miglior servizio possibile. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla nostra Cookie Policy ACCETTO
Informativa Cookie
Milano: dall'Alfa Romeo al Parco Vittoria. E' il nuovo Portello!
Sei torri e 540 appartamenti, un business center costituito da tre edifici tagliati in diagonale, un grande parco, con laghetto artificiale, che ospita anche un asilo nido e un presidio sanitario e, infine, un centro commerciale che si sviluppa su 25 mila metri quadrati. Tutto, naturalmente, in classe A. È questo il nuovo Portello, cioè quell’area che, ai primi del Novecento, vide sorgere il primo stabilimento Alfa Romeo. Oggi si chiama Parco Vittoria e il progetto di riqualificazione urbana si sta per concludere.
Nel centro direzionale qualcuno ha già preso posto: primo fra tutti AC Milan, ma anche Lg e Vittoria Assicurazioni. Attirati forse anche dalla sua posizione: a un passo dal centro congressi MiCo, in uno dei padiglioni dell’ex Fiera di Milano, ma anche vicino alla metropolitana (la rossa e la nuova 5, in cantiere) e all’autostrada. Senza dimenticare che l’ex Portello si trova lungo la strada verso il sito di Expo, tant’è che una parte di residenze e uffici sarà destinata alla locazione, pensata proprio per visitatori e aziende che saranno coinvolte nell’Esposizione Universale. All’interno di tutta l’area, tra i percorsi ciclo-pedonali, sono stati inseriti degli info point con informazioni sugli eventi organizzati nel Parco.
Le residenze sono tutte di pregio e alcuni appartamenti sono già abitati. Fino al 30 giugno si fa anche in tempo a visitare una mostra che ripercorre la storia del luogo e del nuovo progetto attraverso fotografie, schizzi e disegni e immagini fotografiche. E si può cogliere l’occasione per guardare da dentro i nuovi alloggi, perché tre di questi saranno aperti al pubblico.
Sabato 14 giugno, invece, il nuovo complesso è stato protagonista di una festa per una cerimonia di intitolazione: della piazza dedicata all’artista Gino Valle, dove ha trovato
spazio l’installazione di Emilio Isgrò “Grande Cancellatura per Giovanni Testori”, e delle vie Ignazio Gardella e Aldo Rossi.
Condividi:
Contatta Interimmobili Milano per maggiori informazioni